News e Guide

Router Wi Fi per casa: guida all’acquisto

Router Wi Fi per casa

Router Wi Fi per casa: quale scegliere

Sono sempre di più ormai i dispositivi connessi alla rete dentro le nostre case.

Se fino a qualche anno fa l’unica destinazione di utilizzo della connessione internet era per un singolo pc fisso da utilizzare a turno, nel giro di poco tempo si è passati ad avere connessioni permanenti in casa per smartphone, smart tv, tablet e ora anche altri device come condizionatori, frigoriferi, lavatrici.

Con l’arrivo dello smart working generalizzato l’importanza di una rete domestica funzionale, affidabile, stabile e sicura è diventato un prerequisito fondamentale anche in casa.

Grazie alla nostra guida potrai districarti facilmente nel mondo dei router Wi-Fi ed acquistare il prodotto ideale per te.

Modem, Switch, Router: quali sono le differenze?

Sono prodotti che ad uno sguardo poco attento o poco esperto potrebbero sembrare tutti uguali ma che in realtà hanno scopi completamente differenti.

In molti casi singoli prodotti racchiudono tutte e tre queste funzioni. In questo paragrafo andremo ad analizzare nel dettaglio cosa sono e a cosa servono il modem, lo switch ed il router.

Il modem, termine ormai usato sempre meno e considerato sempre più desueto, è o sarebbe meglio dire, era, l’apparecchiatura che si occupava di convertire il segnale telefonico dell’adsl in un segnale gestibile dalla scheda di rete del pc.

Permette la connessione di un solo computer alla volta.

Il router è uno strumento che ha sostituito in tutto e per tutto il modem, (in alcuni casi ne contiene uno al suo interno) ed è lo strumento in grado di mettere in comunicazione una o più reti.

Grazie al router infatti potete collegarvi alla rete de vostro service provider. 

Nella grande maggioranza dei casi i router utilizzati nelle reti domestiche implementano al loro interno anche uno switch ed un access point Wi-Fi.

Lo Switch è lo strumento che permette di creare la cosiddetta rete locale e permette di collegare più apparati (computer, stampanti ecc) in rete, occupandosi di farli comunicare fra loro.

Se non è già incluso in un router, si occupa anche di passare i dati al router per connettervi alla rete internet.

A meno di particolari esigenze è difficile vedere uno switch installato in casa, normalmente si usa lo switch integrato nei router.

Tutti questi strumenti, a meno di esigenze molto particolari, si trovano oggi in prodotti che vengono venduti come Router Wi-Fi. Normalmente sono apparecchiature dotate di antenne (visibili o meno) che consentono la connessione di telefonini, tablet, smartphone, notebook ,tv e di alcune porte ethernet in grado di garantire la connessione di strumenti non dotati di Wi-Fi.

In definitiva quindi puoi acquistare uno di questi singoli componenti se ne hai già altri e vuoi espandere la rete oppure acquistare direttamente un Router Wi-Fi che ti risolva il problema e puoi decidere di affiancargli, se necessario, uno o più extender per portare il Wi-Fi negli angoli della casa dove il segnale non arriva con le sole antenne del router.

Router Wi Fi per casa : Wi-Fi e Potenza del segnale

Uno degli aspetti più problematici quando si sceglie il Router Wi-Fi per casa è sicuramente quello della portata e della stabilità del Wi-Fi. E’ davvero frustrante trovarsi dentro casa con il proprio smartphone o il proprio notebook e non poterlo utilizzare al massimo a causa di un Wi-Fi lento o poco stabile.

Come fare allora per capire quali sono le caratteristiche da ricercare?

Per prima cosa valutiamo la grandezza dell’area da coprire: un piccolo appartamento non richiederà Router Wi-Fi con enormi antenne o grandi potenze mentre una grande villa avrà bisogno di un router con diverse e grandi antenne.

Alcuni Router Wi-Fi per casa permettono la creazione di diverse reti Wi-Fi in contemporanea.

In questo modo è possibile ad esempio dividere la rete dedicata all’intrattenimento (dove collegare Smart TV, Console per videogiochi ecc) da una rete dedicata esclusivamente all’aspetto lavorativo.

Questa funzione è utile ad esempio anche per creare una rete dedicata ai tuoi ospiti, permettendoti in questo modo di non rischiare che questi possano accedere ai nostri dispositivi riservati.

Tieni presente poi che esistono molte tipologie di Wi-Fi e diversi protocolli utilizzati dai Router Wi-Fi per la casa.

La capacità del router di supportare l’uno o l’altro protocollo condiziona notevolmente la velocità di scambio dei dati.

Avere ad esempio un tablet di ultimissima generazione che lavora con un Wi-Fi 6E in grado di scambiare fino a 9 gbit al secondo e poi avere un router Wi-Fi che non supporta questo protocollo significa non sfruttare il massimo della velocità.

Controllate quindi quale Versione di Wi Fi supporta il vostro router.

Wi-Fi b, a, g
b – 11 Mb/s (2,4 GHz, IEEE 802.11b), anno 1999;
a – 54 Mb/s (5 GHz,IEEE 802.11a), anno 1999;[14]
g – 54 Mb/s (2,4 GHz, IEEE 802.11g), anno 2003.

Wi-Fi 4 o n
450 Mb/s (2,4 GHz e 5 GHz), standard IEEE 802.11n, anno 2009.

Wi-Fi 5 o ac
3 Gb/s (5 GHz), standard IEEE 802.11ac, anno 2014.

Wi-Fi 6 e 6E
Si basa sullo standard IEEE 802.11ax, disponibile a partire dal 2019 a cui corrisponde una banda da 2,4 GHz se certificato “Wi-Fi 6 CERTIFIED”, oppure 6 GHz se con la dicitura “Wi-Fi 6E CERTIFIED”. Tra le caratteristiche di questa tecnologia c’è troviamo: OFDMA (Orthogonal frequency division multiple access), la tecnologia MIMO (multiple input, multiple output) multi utente, il TWT (Target Wake Time) per il risparmio di energia delle batterie, la 1024-QAM (Modulazione di ampiezza quadratica, un canale con una capacità di 160 MHz.[17] L’estensione 6E andrebbe a coprire lo spettro di frequenze dei 6 GHz, permettendo in teoria di gestire meglio i servizi di streaming video ad alta definizione e realtà virtuale in aree congestionate.[18]

Wi-Fi 7
Per il 2024 dovrebbe uscire la nuova tecnologia Wi-Fi 7, corrispondente allo standard IEEE 802.11be e con 30 Gbps di velocità. Sarà in grado di inviare dati su più frequenze contemporaneamente e avrà una tecnologia MIMO multiutente coordinata o CMU-MIMO e la 4096-QAM.

2737892

Router Wi Fi per casa : router di proprietà o router dell’operatore telefonico?

I consumatori hanno il diritto di scegliere quale Router Wi-Fi per casa utilizzare per la connessione a internet, a prescindere dalla soluzione proposta dall’operatore telefonico da cui sono serviti.

A stabilirlo la delibera 348/18/CONS, dell’Agcom (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) entrata in vigore il 31 dicembre 2018. Giusto per fugare qualsiasi dubbio, soprattutto da parte degli operatori.

Ma vediamo insieme i vantaggi di avere un modem libero per gli utenti.

In questi anni il consumatore ha subìto l’obbligo imposto dal provider di installare in casa il modello di modem scelto da altri e, in gran parte dei casi, ha pure dovuto pagare in bolletta il suo noleggio (talvolta anche salato).

Il vantaggio principale è la libertà di scelta.

Chi ha una casa grande può comprare un router più potente, in modo che tutta la famiglia possa collegarsi e viceversa chi vive in un appartamento di dimensioni ridotte può risparmiare acquistando un dispositivo più economico.

Con un modem di proprietà il cliente paga soltanto il dispositivo.

Non ci sono canoni di comodato, né costi poco trasparenti per l’affitto del dispositivo.

Aumenta anche la sicurezza, gli aggiornamenti non arrivano dal provider ma dai produttori che hanno interesse a mantenere sicuri i propri dispositivi.

Se il cliente sceglie di utilizzare un’apparecchiatura terminale propria invece di quella offerta dall’operatore, ciò non può pregiudicare la fruizione di particolari servizi compresi nell’offerta commerciale, in quanto si condizionerebbe la libertà di scelta del Router Wi-Fi per casa.

Ci si riferisce a quelle offerte (oggi largamente diffuse) che prevedono l’abbinamento del servizio di accesso a internet con altre tipologie di servizi aggiuntivi (es. telefonia VoIP o IPTV)

Ora che il Router Wi Fi per casa non è più per forza fornito dall’operatore è bene ricordare che in caso di connessioni particolari è necessario selezionare con attenzione il modem da comprare per essere sicuri della compatibilità con il servizio offerto dal fornitore.

Inoltre i provider non si fanno carico dei problemi che possono sorgere con il dispositivo.

In caso di guasto o problema tecnico sarà dunque necessario rivolgersi al produttore del dispositivo o a chi ce l’ha venduto e non più quindi all’operatore di telefonia (a meno che il problema non sia legato alla rete).

Router Wi Fi per casa : come scegliere il prodotto ideale.

In definitiva a seguito dei vari paragrafi affrontati possiamo riassumere le linee guida da seguire per la scelta del Router Wi-Fi per casa.

  1. Valuta bene la dimensione dell’appartamento o della casa in cui va installato, un router Wi-Fi troppo poco potente potrebbe non coprire tutte le aree della casa. Mentre all’interno di un piccolo appartamento anche un router senza antenne esterne è quasi sempre sufficiente.
  2. Controlla la versione del Wi-Fi massima supportata dal router, un router di qualche anno fa potrebbe non supportare le ultime estensioni della tecnologia Wi-Fi. Questo potrebbe causare rallentamenti di rete oppure incompatibilità.
  3. Cerca di capire se hai bisogno di porte ethernet e nel caso di quante porte, molto utile nel caso abbiate dispositivi che non hanno la possibilità di essere connessi in Wi-Fi. E’ utile anche nel caso in cui il router si trovi vicino a dispositivi che usate spesso. In quel caso collegarli con un cavo ethernet potrebbe migliorarne le prestazioni.
  4. Valutate le dimensioni dell’apparato, molti router Wi-Fi per casa dalle prestazioni notevoli sono molto grandi e hanno delle vistose antenne esterne. Valuta bene anche questo prima di scegliere il router.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *